Mosca, via Usaceva, 33/4

Mosca, via Lobachevskogo, 20

Primo bambino nato mediante nuova tecnica FIV Eeva (Early Embryo Viability Assessment)

11.06.2013

The Telegraph (la Gran Bretagna) comunica che la 42-enne Ruth Carter è stata la prima donna nel mondo a concepire il proprio figlio con una nuova tecnica avanzata di fecondazione extracorporea Eeva. Nel tempo stabilito Ruth ha partorito una figlia sana mediante taglio cesareo. La bambina tanto desiderata pesa 2,4 chilogrammi. Ruth ha detto che lei e suo marito cercavano di concepire da molti anni, ma tutti i tentativi risultavano in aborti spontanei. Ora i genitori felici ringraziano lo staff medico di Liverpool Women’s Hospital per aver dargli la possibilità di coronare il loro sogno.

La tecnica Eeva è unica siccome dà una possibilità di valutare la vitalità di embrioni nel corso di 48 ore dal momento in cui inizia la divisione cellulare. Il processo di valutazione viene effettuato mediante una video registrazione consecutiva di sviluppo embrioni fatta ogni due minuti. Il sistema di registrazione valuta lo sviluppo di embrioni e in base delle foto scattate dal registratore seleziona uno più sviluppato degli altri che viene trasferito nell’utero della madre prospettiva. Dt. Charles Kingsland, specialista di fertilità riconosciuto dell’Hewitt Fertility Center presso Liverpool Women’s Hospital, afferma che per le coppie all’età di 35 anni o più le possibiltà di concepire è aumentata del 44%. Il livello medio di concepimento con la tecnica Eeva in Inghilterra è pari al 25%. Però, aggiunge il professore, la tecnica non è così sviluppata per poter prognosticare eventuali malattie del bambino prospettivo.

Cionondimeno, Eeva viene considerata come un grande successo nell’ambito di FIV, siccome il problema di rigetto di embrioni dall’organismo vi è cruciale.

Come si sa, il primo tentativo di fecondazione extracorporea è stato fatto nella Gran Bretagna nel 1978. Fino ad oggi la tecnica viene applicata e perfezionata. Di ricente, ancora nella Gran Bretagna CARE Fertility group hanno pubblicato il loro resoconto di un’altra tecnica FIV che si base su registrazione consecutiva di sviluppo embrioni. Gli scienziati dichiarano che tale tecnica aumenta le possibilità di raggiungere gravidanza fino al 78%.

Back to the list